Sistemi ERP per la distribuzione farmaceutica: protagonisti della digitalizzazione

Prima di parlare di sistemi ERP per la distribuzione farmaceutica, partiamo dai numeri del settore. Secondo gli ultimi dati di Federfarma, in Italia sono presenti 19.331 farmacie, di cui 17.656 private e 1.675 pubbliche, con una copertura territoriale pari a 3.129 abitanti per farmacia. Il rapporto OsMed dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) evidenzia che la spesa farmaceutica nazionale – pubblica e privata – nel 2020 è stata pari a 30,5 miliardi di euro. Le farmacie pubbliche e private rappresentano il 32,1% della distribuzione complessiva.


L’evoluzione della distribuzione farmaceutica in Italia

Quando c’è di mezzo la salute, l’efficienza è fondamentale. Da questo punto di vista, il settore farmaceutico ha iniziato a innovare e a integrare soluzioni informatizzate dalla metà degli anni Settanta, per gestire gli ordini nel corso della giornata anche attraverso i primi terminali disponibili direttamente nelle farmacie.

La digitalizzazione del settore ha conosciuto un grande slancio negli anni Ottanta e ha interessato tutta la filiera, dallo stoccaggio alla consegna finale. Negli ultimi anni si è registrata una nuova spinta alla modernizzazione, con la progressiva sostituzione di soluzioni obsolete con sistemi più efficienti e di nuova generazione.

La distribuzione farmaceutica si caratterizza per grandi volumi di prelievi e consegne, ai quali sono associati grandi quantità di dati. Basti pensare che un singolo magazzino di un distributore medio è in grado di elaborare circa 100.000 righe di ordine all’ora. Questo settore si contraddistingue quindi per una complessità intrinseca di fondo, sia dal punto di vista della gestione tecnico-tecnologica della logistica sia per la naturale delicatezza del prodotto.

La distribuzione è molto capillare ed è un servizio pubblico basato su criteri di copertura sanitaria in funzione del numero di persone presenti nei centri abitati. Nel corso degli ultimi anni, inoltre, la distribuzione farmaceutica in Italia è cambiata sensibilmente. Accanto alle farmacie “tradizionali”, oggi sul territorio sono presenti grandi reti di punti vendita. Si tratta di realtà composte anche da svariate centinaia di farmacie, che hanno quindi necessità completamente diverse in termini di centralizzazione degli acquisti, ottimizzazione degli stock, logistica e consegna.


Il ruolo centrale dei sistemi ERP per la digitalizzazione del settore

Alla luce delle peculiarità della distribuzione farmaceutica, oggi la sfida è accompagnare le aziende nell’era della digitalizzazione. Un percorso che impone prima di tutto una gestione del cambiamento a livello di management e di risorse umane. La trasformazione riguarda e deve riguardare tutta l’azienda.

Innanzi tutto, la velocità e la gestione dei dati necessita di affidabilità di programmazione, esecuzione e ottimizzazione delle procedure. La trasformazione digitale permette di migliorare l’efficienza gestionale, automatizzando i processi e la gestione documentale. In questo modo migliora il flusso operativo complessivo di tutta l’azienda e la competitività sul mercato.

Questo processo è possibile grazie all’integrazione di sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) verticali, vale a dire customizzati sulla base delle esigenze e delle caratteristiche della distribuzione farmaceutica. A partire da piattaforme diffuse a livello globale, consolidate e costantemente aggiornate dal punto di vista tecnico-tecnologico, è possibile sviluppare infatti soluzioni su misura con un elevato grado di “sartorialità”. In questo modo si può utilizzare un sistema di applicazioni integrate che gestiscono tutto il flusso di lavoro e di informazioni all’interno dell’azienda, dalla catena di approvvigionamento alla logistica fino alle risorse umane.

Il risultato? Decisioni sempre più precise e puntuali. A vantaggio della competitività e dell’efficienza, due parole sempre più strategiche in un mondo sempre più dinamico.

Way to farma per le aziende di distribuzione e retail farmaceutico

Tag